Translate

venerdì 29 ottobre 2010

PrimOlio 2010, giornate per la valorizzazione dell'olivicoltura mediterranea.

Si svolgeranno il 30 ottobre 2010, a partire dalle ore 9:00, le prove dimostrative di raccolta meccanica delle olive. Evento previsto 
nell'ambito dell’undicesima edizione di PrimOlio 2010, giornate per la valorizzazione dell'olivicoltura mediterranea.
La manifestazione PrimOlio, organizzata da Rosario Franco, Carmelo Orlando, Domenico Fazari e Antonio G. Lauro, è diventata in Italia uno degli eventi di punta del settore oleicolo-elaiotecnico, grazie anche ad una piena sinergia tra tutti gli addetti del settore sia pubblici (Regione Calabria e ARSSA Calabria), che privati, con l’obiettivo prioritario di valorizzare e promuovere le produzioni oleicole tipiche e di qualità. Gli eventi di PrimOlio, consolidati dall’attività ultradecennale, abbracciano molteplici tematiche “critiche” del settore olivicolo, tra le quali la divulgazione delle innovazioni tecnologiche, l’alimentazione e la promozione delle produzioni di olio extravergine di oliva di qualità. Le azioni che si andranno ad intraprendere con PrimOlio, permetteranno di realizzare, contemporaneamente, più effetti: educare il consumatore alla ricerca ed all’utilizzo di produzioni oleicole di elevata qualità; sensibilizzare e spingere, sulla base di una maggiore richiesta di mercato, i produttori alla realizzazione di oli extravergini che presentino elevati standard qualitativi; promuovere le imprese produttrici; stimolare fenomeni “emulativi” tra aziende del settore, potenzialmente in possesso dei fattori necessari per produrre “alta qualità” e generare una sana competitività nel mercato; promuovere la produzione e la diffusione di innovazioni tecnologiche in olivicoltura/elaiotecnica. Quest’anno la manifestazione si avvale anche del patrocinio dell’Associazione Jonici a cui sta molto a cuore il progetto culturale “Consuma e Spendi Calabrese” (nel materiale di comunicazione diffuso da PrimOlio sono presenti il logo di Jonici e quello di "Consuma e Spendi calabrese"). 

Appuntamento quindi per il 30 ottobre in contrada Fiolli del Comune di Cittanova nell'azienda dei Fratelli Fazari, con le prove dimostrative di raccolta meccanica, dove gli appassionatti e gli addetti al settore potranno visionare le macchine operatrici della ditta De Masi, leader nella produzione di mezzi per la raccolta meccanica delle olive.
Vi aspettiamo numerosi.
Dr Antonio G. Lauro

giovedì 28 ottobre 2010

Rosarno (RC): l'olio extravergine killer del tumore al pancreas.

Nell'olio extravergine "molecole killer" del tumore al pancreas
L'olio extravergine d'oliva contiene molecole che agiscono da "killer" su eventuali cellule tumorali presenti nel pancreas.
Da una ricerca sperimentale in corso di effettuazione presso la Fondazione italiana per la ricerca sulle malattie del pancreas (Fimp) di Verona, diretta dal prof. Claudio Bassi, è emersa una profonda correlazione tra olio extravergine d'oliva e neoplasie pancreatiche. A darne notizia, presente lo stesso Bassi, è uno dei componenti dell'equipe di ricerca, il dott. Francesco Giovinazzo, rosarnese, durante il convegno sulla stessa tematica promosso dal Liceo scientifico "R. Piria".
Gli studi specifici stanno dimostrando che esiste una relazione epidemiologica tra consumo di olio extravergine d'oliva e pancreas.
«Chi consuma più olio extravergine di oliva – ha riferito il dott. Giovinazzo – ha minori possibilità di ammalarsi di tumore al pancreas, come già indicato da indagini precedenti condotte su soggetti abituati a seguire la dieta mediterranea. Dai nostri esperimenti - i primi effettuati a livello mondiale sull'adenocarcinoma pancreatico - abbiamo avuto la certezza che le molecole del lupeol, dell'acido oleico e dello squalene presenti nell'olio extravergine, uccidono le cellule metastatiche del cancro del pancreas. Sono studi molto incoraggianti – ha concluso il dott. Giovinazzo – che stiamo ulteriormente approfondendo e che saranno presentati il prossimo anno in un'assise medica mondiale che si terrà a Chicago».
Dei risultati eccezionali della ricerca ne ha dato conferma il prof. Bassi, responsabile del dipartimento di Chirurgia dell'Università di Verona, presidente nazionale associazione studi sul pancreas, nonché direttore del Fimp, una fondazione nata allo scopo di reperire i fondi necessari per proseguire le indagini sulle malattie pancreatiche, «considerato che di anno in anno diventano sempre più carenti i fondi ministeriali messi a disposizione».
Oltre che scienziato di fama mondiale (è autore di oltre 300 pubblicazioni) Claudio Bassi è un provetto chitarrista: per aiutare la raccolta fondi ha messo a disposizione della scienza anche questo suo talento allestendo, assieme ad altri giovani colleghi, la "Bifo-band" con la quale ha prodotto uno spettacolo di notevole caratura culturale, "Il Cantico dei Cantici", proposto ai giovani del liceo che lo hanno particolarmente gradito. A presentarlo, con bravura ed eleganza, è stata la bellissima Erika Cunsolo, miss Calabria, già allieva del "Piria".
Dopo i saluti della preside Mariarosaria Russo, a introdurre la manifestazione sono stati la dott.ssa Rosangela Galluccio in rappresentanza del Comune; il dott. Giacomo Giovinazzo dell'assessorato regionale all'Agricoltura, e il dott. Rocco Colacchio, presidente sezione alimentare della Confindustria di Vibo Valentia.
A mettere in rilievo le particolari qualità dell'olio extravergine di oliva prodotto in Calabria è stato chiamato il dott. Antonio Giuseppe Lauro, dirigente dell'Arssa, che ha tratteggiato le caratteristiche organolettiche e sensoriali dell'olio, i profumi e i sapori; nonché le analisi scientifiche olfattive e gustative prodotte per certificarne la qualità. «Siamo in una terra d'eccellenza – ha detto Lauro – che produce in media 2,2 milioni di quintali di olio all'anno, di cui la metà fornita dalla nostra Piana. Assieme alla Puglia siamo la regione al primo posto in Italia».
Ecco dunque un ulteriore motivo per difendere l'olio d'oliva calabrese da ogni forma di contraffazione, poiché costituisce uno degli ingredienti fondamentali della dieta mediterranea, riconosciuta ormai a livello mondiale come basilare per la salute dell'uomo.

Fonte: Gazzetta del sud

lunedì 25 ottobre 2010

Rubrica: Le degustazioni di PrimOlio. Profili sensoriali degli oli extravergine di oliva italiani.


Prende il via oggi, su questo blog, una rubrica fissa dedicata a "Le degustazioni di PrimOlio - Profili sensoriali degli oli extravergine di oliva italiani".

Questa rubrica, che inizialmente avrà cadenza settimanale, tratterà di tutta una serie di "incontri ravvicinati" con le eccellenze olearie italiane.

In questo spazio troveranno casa tutti gli oli extravergine di oliva italiani, ma sarà anche un angolo riservato a quanti vogliano, esperti del settore, produttori o semplici appassionati, contribuire con proprie considerazioni ad arricchire la rubrica. Questa consterà di due parti distinte: la prima riservata alla descrizione generale dell'azienda, la seconda dedicata alla valutazione sensoriale degli oli aziendali assaggiati dal panel di PrimOlio.
Per scoprire come far partecipare i vostri campioni alle degustazioni di PrimOlio, visitate la pagina del blog: Le degustazioni di PrimOlio: il regolamento.
Dr Antonio G. Lauro

venerdì 22 ottobre 2010

Domani 23 ottobre a Rosarno (RC), nuovo appuntamento di PrimOlio.

Sabato 23 Ottobre 2010 ore 10:00 Istituto d’Istruzione Superiore “R. Piria” Rosarno Convegno: 
Cantico (Il gioco dell’amore): “Nel Cantico profuma tutto ... anche l’olio, lo stesso olio con cui Maria di Magdala ungerà il Corpo di Gesù di Nazaret !!!” Alimentazione, Umanità e Ricerca nella comprensione del Tumore del Pancreas.
Interverranno:
Prof.ssa Mariarosaria Russo Dirigente Scolastico “R. Piria” – Rosarno
Prefetto Domenico Bagnato - Commissario Straordinario Comune di Rosarno
Prof. Giuseppe Zimbalatti - Direttore Generale Assessorato Agricoltura Caccia e Pesca Regione Calabria
Dott. Rocco Colacchio - Presidente Sezione Alimentare – Confindustria Vibo Valentia
Dott. Mohammed Ouhmad Sbitri - Direttore Esecutivo Consiglio Oleicolo Internazionale Madrid
Seguirà il dibattito: Olio Extravergine d’Oliva e tumore del Pancreas.
Relazioni:
Dott. Antonio Giuseppe Lauro - Olive Oil Consultant Associazione PrimOlio. Olio extravergine d’oliva: Proprietà Organolettiche e Prevenzione.

Dott. Francesco Giovinazzo - Dipartimento di Chirurgia, Università degli Studi di Verona. FIMP – Verona. Olio extravergine d’oliva e tumore del Pancreas. 
Prof. Claudio Bassi -  Dipartimento di Chirurgia, Università degli Studi di Verona. FIMP – Verona. La FIMP ed il Pancreas Centre di Verona. 
Seguirà il concerto il Cantico dei Cantici. Erika Cunsolo. BIFO Band – Verona.

domenica 17 ottobre 2010

In arrivo a Catanzaro la Prima Fiera Mediterranea Food e Beverage.

L'organizzazione è di "Catanzaro Fiere Spa", presieduta dall'ing. Noto: "E' un progetto di sviluppo".
Una vetrina che accoglierà bayer da tutto il mondo - Partirà a Catanzaro il prossimo 6 novembre il grande evento che nasce già con l’ambizione di superare non solo i confini provinciali, quanto pure quelli regionali, nazionali e transnazionali. Si tratta della Prima Fiera Mediterranea Food e Beverage, e si svolgerà per 9 giornate consecutive (fino al 14 novembre) nell’area fieristica del Parco Commerciale “Le Fontane” di Località Barone.
Presenti: Abramo, Caridi, Mercurio, Tigani Sava - L’iniziativa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa mercoledì, 6 ottobre, alla presenza: del presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Paolo Abramo; dell’ingegnere Floriano Noto, Presidente di “Catanzaro Fiere Spa”, ente promotore della kermesse; di Francesco Mercurio, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale della Calabria; di Antonio Caridi, assessore regionale alle Attività Produttive. Presente anche Massimo Tigani Sava, portavoce dell’associazione Jonici, ideatrice del progetto culturale “Consuma e spendi calabrese”, che curerà gli eventi culturali della fiera.
La redazione.

venerdì 15 ottobre 2010

Calabria sott'olio. la riscoperta geografica del gusto.

Valorizzare il territorio calabrese con una "riscoperta geografica del gusto" attraverso l'olio Dop Bruzio: è l'obiettivo del progetto "Calabria sott'olio". Si tratta di un programma di informazione e promozione dell'olio extra vergine di oliva di qualità legato alla unicità della produzione Bruzia e del suo territorio di origine, ponendosi come obiettivo principale l'accessibilità e la fruibilità dell'olio ad un vasto pubblico di consumatori. L'iniziativa è stata illustrata da Massimo Magliocchi, presidente dell'Opaoc (Associazione olivicola cosentina che si estende su un'area a vocazione olivicola di circa 25 mila ettari e un patrimonio di circa 1,1 milioni di piante) ente sostenitore e promotore del progetto, dal prof. Nino Iannotta del Cra (Centro di ricerca per l'olivicoltura di Rende) e dal prof. Antonino De Lorenzo, ordinario di alimentazione e nutrizione umana alla facoltà di Medicina di Roma Tor Vergata.
Continua sulle news di: www.telereggiocalabria.it
La redazione.

giovedì 14 ottobre 2010

Oggetti in legno d'olivo: una tradizione della Terra Santa.

Durante il mio girovagare attraverso tutto il "mondo" olivicolo, ho molto apprezzato, nel corso di un recente viaggio di lavoro in Israele, la grande "creatività" del popolo israeliano e palestinese nel creare veri e propri "capolavori" utilizzando semplicemente il legno di olivo.
Spesso è l'arte sacra cristiana ad essere rappresentata e da un mio personalissimo sondaggio ho potuto verificare la preponderante presenza nei mercati di figure rappresentanti il Cristo e, in seconda posizione, piccole statue ispirate alla Sacra famiglia. Sempre presente - terza posizione - in ogni angolo di Gerusalemme e Bethlemme l'immancabile "presepio", dettagliato negli attori della rappresentazione della nascita di nostro Signore Gesù Cristo.
Oltre ai simboli della cristianità, si possono comprare - per pochi euro - anche oggetti differenti e di uso comune.
Personalmete ho preferito acquistare, in ricordo dell'esperienza in Terra Santa, un semplice presepio, con le figure appena abbozzate, ma di grande espressività.
Nell'attesa che anche voi lettori possiate recarvi in Israele, vi allego alcuni esempi della creatività del popolo mediorientale che possono essere scorsi sul sito olivewood-uri7.blogspot.com o su www.holyland-wholesale.com e su altri simili presenti sul web.
Dr. Antonio G. Lauro - Cattolico

lunedì 11 ottobre 2010

Grave lutto per PrimOlio.

Chi abita al riparo dell'Altissimo
passerà la notte all'ombra dell'Onnipotente.
Io dico al Signore: "Mio rifugio e mia fortezza, 
mio Dio in cui confido".
Salmo 91

San Giorgio Morgeto (RC). PrimOlio è oggi in lutto per la morte prematura ed improvvisa di Giuseppe Fazari, brillantissimo imprenditore oleario ed artefice - con gli altri quattro fratelli - del "miracolo" tutto calabrese chiamato Olearia San Giorgio.
Il "signor Giuseppe", centro e catalizzatore di tutte le attività del gruppo (in campo ed in frantoio), lascia - e non sono mere parole di circostanza - un vuoto incolmabile nella sua famiglia, nel gruppo ed in tutti quanti hanno avuto la fortuna ed il privilegio di conoscerlo.
Alla moglie, ai figli Domenico ed Antonio, ed ai parenti tutti, voglio esprimere la mia vicinanza per questo grave lutto che li ha colpiti.
Ciao Giuseppe.

Antonio.

domenica 10 ottobre 2010

PrimOlio: che la manifestazione abbia inizio.

San Giorgio M. (RC), 10/10/10. E' partita ieri, presso l'Olearia San Giorgio ed in collaborazione con l'Accademia della Cucina Italiana, l'11^ edizione di PrimOlio - Giornate internazionali per la valorizzazione dell'olivicoltura mediterranea.
La manifestazione, che da più di un decennio impegna Aziende ed Enti internazionali, imprese private ed Associazioni del territorio, vede coinvolta in prima fila l'Ente Regione nella sua massima espressione, col suo Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione - Regione Calabria - Assessore On. Trematerra e l'ARSSA Calabria con i propri tecnici dei settori divulgazione e marketing.
Qui di seguito il calendario completo della manifestazione, anche quest'anno mirabilmente ideata e diretta da Antonio G. Lauro, Rosario Franco, Carmelo Orlando e Domenico Fazari.


Segui su questo blog tutte le news relative alla 11^ edizione di PrimOlio 2010.

venerdì 1 ottobre 2010

Terravino 2010: in Israele l'importantissima competizione riservata al vino.

TerraVino 2010: entro il 15 ottobre vanno inviati i campioni in Israele, alla più importante competizione del Mediterraneo.
Vista l'amicizia tra il curatore di questo blog, già membro della giuria e capo panel di TerraOlivo 2010 a Gerusalemme, e gli organizzatori dell'evento internazionale legato al mondo del vino, mi sembra doveroso ospitare quasi fosse un "off-topic" questo importantissimo post.
TerraOlivo, nato come costola della grande manifestazione internazionale TerraVino, ha già decretato, sul finir di luglio, i migliori extravergine del mondo (vedi link Pagina 1 Pagina 2). Ora tocca al vino! 
Il concorso TerraVino 2010 - Mediterranean International Wine & Spirit Challenge.
Non si può negare che al mondo vi sia un gran numero di competizioni internazionali, ma ce n’è soltanto una in Israele: “TERRAVINO Mediterranean International Wine & Spirit Challenge” che conclude il “Grande Slam” dei concorsi internazionali (quelli realizzati con il patrocinio dell'International Organisation of Vine and Wine) che inizia nel mese di febbraio a Parigi e termina – appunto - nel mese di novembre in Israele, sulla costa del Mar Morto.
Il team internazionale di Giudici, guidati dal professor Raul Castellani, comprende degustatori conosciuti in tutto il mondo e si estende oltre i confini di molti Paesi e continenti. Il team degli Organizzatori vanta una lunga esperienza e garantisce che le degustazioni – nel lussuoso Hotel Majestic Daniel Mar Morto - si svolgano nel modo migliore: dalla temperatura corretta dei vini in degustazione al perfetto funzionamento del servizio.
Il perfetto svolgimento della competizione è garantito inoltre dalla supervisione della International Organisation of Vine and Wine (OIV) attraverso un proprio Osservatore: negli ultimi anni c’è stata anche la partecipazione del Direttore generale dell’OIV, Federico Castellucci e del Segretario, Yann Juban.
Non ci sono molti altri Concorsi in tutto il mondo dove prendono parte gli Chateaux più famosi: forse perché questo Concorso si svolge in un luogo sacro, la Terra dei Padri, Israele, e riunisce produttori di vino provenienti da più di 20 paesi.
Il successo del Concorso Terravino MIWSC significa per i suoi partecipanti la porta d’accesso al mercato israeliano del vino - in rapido sviluppo grazie alla fiorente industria del turismo internazionale –, mercato che non è certamente esclusivamente Kosher.
Informazioni sul concorso vengono rilanciate in televisione, pubblicate sulla stampa israeliana e su diverse riviste internazionali specializzate del vino ed anche on line su Internet.
Il Concorso è patrocinato dalla WAWWJ - l'Associazione mondiale degli Scrittori e Giornalisti del vino.
Al Concorso è anche legato il “Wine Festival israeliano” che riunisce, per due giorni, imprenditori, importatori e professionisti nel campo della gastronomia. Le medaglie che mostrano le anfore Terravino sulle bottiglie vincenti, balzano agli occhi dei consumatori più esigenti un tutto il mondo.
Ecco perché inviare i vostri vini in Israele!
Il termine per la presentazione delle domande e dei campioni è il
15 ottobre 2010. È possibile scaricare le relative applicazioni dal sito www.mediterraneaniwc.com dove potrete trovare anche tutte le caratteristiche tecniche della competizione. Per partecipare servono soltanto 4 campioni per ogni tipologia di vino, assieme al fee di adesione pari a 160 Dollari Usa.
Si prega di inviare le domande entro e non oltre 15. 10. 2010.
Via fax: +972 3 518 9001
Via e-mail: mas@mediterraneaniwc.com
Contatti:
TERRAVINO - MIWSC 2010:
Terravino (
info@mediterraneaniwc.com)
Secrétariat général:
Raul Castellani (
rcc@mediterraneaniwc.com)
Relations internationales:
Moises Spak (
mas@mediterraneaniwc.com)
TEL : +972 547 629 101
Altre informazioni su: 
www.mediterraneaniwc.com
Dr Antonio G. Lauro