Translate

venerdì 17 novembre 2017

OLIO. EVO IOOC 2018, ANNUNCIATE LE DATE DEL CONCORSO. A Capaccio Paestum (Sa), il 19 maggio, la premiazione dei migliori oli evo del mondo


OLIO. EVO IOOC 2018, ANNUNCIATE LE DATE DEL CONCORSO
A Capaccio Paestum (Sa), il 19 maggio, la premiazione dei migliori oli evo del mondo

CAPACCIO PAESTUM (SA) - Al via, lunedì 20 novembre 2017, le iscrizioni alla terza edizione dell’EVO International Olive Oil Contest (EVO IOOC), tra i cinque più importanti concorsi internazionali dedicati all’olio extravergine d’oliva, secondo quanto certificato dal World Ranking Extra Virgin Olive Oil (WREVOO).
Nel 2018 le fasi conclusive del contest si svolgeranno a Capaccio Paestum, in provincia di Salerno, con un folto programma di iniziative collaterali, in calendario dal 14 al 19 maggio, che è stato presentato presso il Museo Archeologico Nazionale di Paestum, alla presenza di Gabriel Zuchtriegel, direttore del Museo, Franco Palumbo sindaco di Capaccio Paestum, Teresa Palmieri, vice sindaca, Claudio Aprea, assessore alla Cultura, Antonio Lauro, presidente dell’EVO IOOC - EVO International Olive Oil Contest, Concorso Oleario Internazionale sull’Olio Extravergine di Oliva Capaccio Paestum, Stefania Reggio, direttore generale del contest internazionale, e Gaetano Avallone presidente di Oleum.
Gli oli evo saranno sottoposti ad analisi sensoriale da parte di una giuria internazionale composta da venti assaggiatori professionisti. A loro spetterà il compito di decretare i vincitori nelle categorie del concorso: “International Award”, “Evo biologico”, “Evo monoviarietali”, “Evo blend”, ed “Evo a denominazione d’origine Dop/Igp”. Per le prime di queste quattro categorie sono previsti due premi: uno per gli oli extravergine di oliva dell’Emisfero Nord, ed uno per quelli dell’Emisfero Sud. Per ogni categoria sono inoltre previste l’assegnazione di medaglie Gold e Silver.
A partire dall’edizione 2018, l’IOOC assegnerà anche il premio speciale “L’Olio del Tuffatore”, riservato al migliore olio extravergine di oliva campano.
Il lavoro della giuria del concorso sarà riassunto nella “EVO IOOC Buyers Guide”, una pubblicazione riservata ai buyers che illustra il profilo sensoriale di tutti gli oli evo vincitori di uno dei premi del concorso, e che sarà presentata in occasione di fiere ed eventi internazionali, tra cui l’ACCI Gusto di Tokyo, la prima fiera internazionale in Giappone specializzata nel settore agroalimentare Made in Italy.
Il concorso internazionale, fortemente orientato a sostenere le aziende produttrici, prevedrà lo svolgimento, a Capaccio Paestum, di seminari tecnici su marketing tradizionale, web marketing, commercio elettronico, strategie d’esportazione, processi d’internazionalizzazione, protezione del marchio, e una conferenza internazionale sul settore dell’olio extravergine di oliva.
L’EVO IOOC promuoverà anche corsi di formazione, sia in lingua italiana che in lingua inglese, dando vita ad un’Accademia sull’olio extra vergine d’oliva.
Numerose, inoltre, le iniziative dedicate a residenti, turisti, e appassionati: itinerari enogastronomici, cene tematiche, e degustazioni guidate degli oli evo a cura dei giudici internazionali dell’EVO IOOC.
Ancora, saranno previste iniziative di ludodidattica per i bambini, la redazione di una carta degli oli destinata al settore Horeca, e numerosi altri appuntamenti che saranno annunciati nelle prossime settimane.­­­­­­­

LE DICHIARAZIONI
“L’agricoltura, secondo quanto prevedono i principi della Dieta Mediterranea, promuove un corretto sviluppo sociale, sostiene la diffusione della conoscenza e contribuisce alla tutela dei beni culturali – ha dichiarato il direttore del Museo Archeologico Nazionale di Paestum, Gabriel Zuchtriegel - La triade della Dieta Mediterranea si compone di vino, olio e grano. Il Museo, dopo aver promosso il “Vino del Tuffatore”, giunto alla terza edizione, a partire da quest’anno, in collaborazione con l’EVO IOOC, realizzerà anche “L’Olio del Tuffatore”, un premio riservato al migliore olio extravergine di oliva della Campania. Ora penseremo anche ad un evento dedicato al grano, quindi al pane, per completare la cosiddetta Triade Mediterranea.
C’è del resto un fortissimo legame tra tutela dei beni culturali e agricoltura. Iniziative come l’EVO IOCC, sostenendo gli agricoltori, aiutano a prevenire l’abbandono dei terreni agricoli e il degrado del nostro patrimonio paesaggistico”.

“Questo contest dimostra che non guardiamo solo al nostro territorio, ma all’intero Cilento – ha affermato il Sindaco di Capaccio Paestum, Franco Palumbo – È fondamentale valorizzare tutta la filiera sull’olio extravergine d’oliva, partendo dalle campagne fino a giungere alla produzione ed alla commercializzazione di questa eccellenza del territorio cilentano, senza trascurare la formazione dei giovani che intendono avvicinarsi a questo mondo. L’iniziativa, ch’è di respiro internazionale, consente di iniziare un processo di rigenerazione territoriale in grado di coniugare produzione di qualità e sana alimentazione con lo sviluppo del patrimonio ambientale. Guardiamo seriamente a un nuovo protocollo, con il coinvolgimento serio di professionisti e di giovani, per creare quelle condizioni ottimali, partendo proprio dalla porta del Cilento, per arrivare al top”.

“La Città di Capaccio Paestum diventa la capitale mondiale dell’olio di oliva attraverso questo contest che è teso a garantire una maggiore adesione dell’agricoltura ai valori culturali e tradizionali del territorio, - ha aggiunto la vice sindaca, Teresa Palmieri – cercando così di fare da traino sull’intero territorio e di provocare quelle ricadute trasversali vista la portata mediatica dell’evento e l’impatto turistico derivante. Con un approccio educativo e ludico, inoltre, cercheremo durante quest’iniziativa di far capire anche ai più giovani, attraverso appuntamenti destinati ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado, l’importanza delle eccellenze locali, e in questo caso particolare dell’olio”.

“E’ l’opportunità per concentrare l’attenzione sulla riscoperta di valori endogeni sui quali puntare per una crescita economica e culturale del territorio – ha sottolineato l’assessore alla Cultura, Claudio Aprea – Inoltre, in accordo con l’organizzazione dell’evento, daremo vita a una vera e propria Accademia sull’olio extra vergine d’oliva, che sarà un centro formativo di eccellenza per accrescere il valore della filiera legata a questo prodotto-territorio. Lo faremo coinvolgendo anche le Università, le aziende agricole, le associazioni olivicole per avere un prodotto sempre più qualificato e certificato in grado di generare economia e cultura. L’Accademia, per fare ciò, terrà svariati incontri formativi che copriranno tutti i segmenti inerenti il comparto e al termine di ciascuno di essi sarà rilasciato un certificato a cura dell’Institute of master of EVOO”.

“L’EVO IOOC - EVO International Olive Oil Contest, Concorso Oleario Internazionale sull’Olio Extravergine di Oliva Capaccio Paestum, giunto alla terza edizione, è una realtà consolidata nel panorama dei concorsi internazionali dedicati agli oli extra vergine di oliva – ha spiegato il direttore generale Stefania Reggio – Su questa base già solida desideriamo quest’anno innestare nuovi progetti con idee che avranno radici sul territorio della Campania, ma che avranno respiro internazionale.
La programmazione dell’edizione 2018 conferma la vocazione del concorso ad essere uno strumento di sostegno alle aziende produttrici. Desideriamo proporre un modello di promozione che riteniamo sia vincente anche per sostenere l’internazionalizzazione di altri prodotti del paniere agroalimentare nazionale”.

“Sono molte le novità che prenderanno vita prima, durante, ma soprattutto dopo il concorso – ha evidenziato il presidente dell’EVO IOOC, Antonio Lauro - Tutte attività programmate all'interno di un’edizione ancora più grande e innovativa, fortemente orientata alla valorizzazione del territorio ed alle opportunità di business per le aziende partecipanti al contest.
L’EVO IOOC è un concorso oleario nato per valorizzare l’olio extravergine di oliva di eccellenza, che evidenzierà quali sono le migliori produzioni olearie mondiali per l’anno 2018. E tutto questo sarà fatto con il massimo rigore possibile, avvalendoci dei migliori giudici assaggiatori del mondo e osservando regole di assoluta trasparenza, ispirate alle norme internazionali”.

“I concorsi oleari sono stati determinanti nel creare una virtuosa competizione fra produttori, che ha finalmente definito il concetto di olio "da" olive extravergine – ha affermato il presidente di Oleum, Gaetano Avallone - I giudizi nel merito della qualità sono stati affidati ai panel di assaggio che hanno svolto un'opera meritoria portando l'extra vergine italiano a livelli di assoluta eccellenza. L’EVO IOOC imprime un'ulteriore accelerazione a questo processo inarrestabile, presentando il meglio della produzione mondiale”.

“E’ un pregio, per la Campania, ospitare questa importante manifestazione, che valorizza l’olio extravergine di oliva, principe della Dieta Mediterranea, stimolando una sana competizione tra aziende della regione, che avranno inoltre l’opportunità di confrontarsi con realtà produttive di altre nazioni - ha commentato il consigliere del presidente della Regione Campania per l’Agricoltura, Franco Alfieri - Una bottiglia di olio racconta il sacrificio, la passione, l’impegno dei territorio in cui è stata prodotta. Vino e olio sono i portabandiera del paniere agroalimentare regionale e nazionale, e rafforzano nel mondo l’immagine del nostro Made in Italy”.

Capaccio Paestum, 17 novembre 2017

UFFICIO STAMPA COMUNE DI CAPACCIO PAESTUM
Antonio Vuolo | mob. +39 3347366332
Nicola Palma | mob. +39 3282869775
mail: ufficiostampa@comune.capaccio.sa.it
UFFICIO STAMPA EVO IOOC 2018
Andrea Rotoli | mob. +39 3280297586 | mail: andrearotoli@gmail.com




giovedì 16 novembre 2017

A Roma "Evoluzione", percorsi per l’extravergine di qualità.

Nato dalla partnership fra La Pecora Nera Editore, casa editrice a indirizzo enogastronomico attiva nel Lazio, in Lombardia e in Piemonte, e Simona Cognoli, esperta di olio e titolare di Oleonauta, società di promozione e valorizzazione dell’olio extravergine di oliva, “Evoluzione, percorsi per l’extravergine di qualità” è un evento interamente rivolto agli operatori di settore che si terrà lunedì 11 dicembre a Roma presso le sale dell’Hotel Savoy a Via Ludovisi 15 dalle ore 10.00 alle 20.00 e sarà a ingresso libero previa registrazione.
L’evento, interamente dedicato agli addetti ai lavori - ristoratori, chef, pizzaioli, personale di sala - sarà strutturato in banchi d’assaggio con la presenza dei produttori, e momenti di confronto, presentazioni di libri e seminari formativi sull’olio con chef, ristoratori ed esperti di olio extravergine tra cui: Antonio Rosati, Amministratore Unico dell’Arsial, Filippo Artioli, chef e titolare di La Trattoria di Oscar, a Bevagna (PG), Emilio Banchero, titolare del ristorante L’bunet di Bergolo (CN), Livia Leoni, Dipartimento di Scienze. Corso di Laurea in Scienze e culture enogastronomiche, Università degli Studi di Roma Tre, Maurizio Servili, Dipartimento Scienze Agrarie Alimentari ed Ambientali, Università degli Studi di Perugia, Maurizio Pescari, giornalista esperto di olio extravergine di oliva, Giulio Scatolini, esperto di analisi sensoriale, Indra Galbo, vice curatore della guida Oli d’Italia del Gambero Rosso, Fausto Borella, Presidente Accademia Maestrod’olio, Antonio Giuseppe Lauro, Presidente BEST-IOCC Best International Olive Oil Contest, Matteo Tambini, docente presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Bartolomeo Scappi” di Castel San Pietro Terme.
L’evento, però, sarà solo il culmine di un’attività di sensibilizzazione dell’operatore portata avanti in più fasi in questi mesi. Gli ispettori de La Pecora Nera Editore, opportunamente formati su questo aspetto, valuteranno lo stato dell’offerta dell’olio, indicando nelle guide le situazioni di eccellenza e quelle, purtroppo ben più numerose, di totale inadeguatezza.
“Evoluzione”, come detto, è aperto solamente agli operatori di settore che devono accreditarsi per potervi accedere a titolo completamente gratuito. Non sono previste attività “spettacolari” quali cooking show in quanto l’obiettivo è di far concentrare l’attenzione degli operatori esclusivamente sugli oli presenti. In sostanza un vero evento B2B.
Per inviare la propria richiesta di iscrizione ai seminari:
http://www.lapecoranera.net/ufficiostampa/modulo_seminario_Evoluzione.pdf

lunedì 13 novembre 2017

Il D-IOOC cresce e diventa BEST-IOOC. A Capaccio Paestum la presentazione del BEST-IOOC 2018

Il D-IOOC cresce e diventa BEST-IOOC. 
A Capaccio Paestum la presentazione del BEST-IOOC 2018

INVITO – Presentazione BEST-IOOC 2018 
Giovedì 16 Novembre 2017, ore 17.00
Museo Archeologico Nazionale di Paestum 
Via Magna Grecia 918, Capaccio Paestum (Sa)

L'invito, in formato PDF, è disponibile per il download immediato al seguente indirizzo: https://goo.gl/Kyzu8W

Dopo due anni trascorsi in Sicilia, Il D-IOOC si evolve ed arriva a Capaccio Paestum che ospiterà il Best International Olive Oil Contest (Best-IOOC), inserito dal WREVOO (World Ranking Extra Virgin Olive Oil), tra i primi cinque concorsi internazionali dedicati all'olio extravergine di oliva.
Il prestigioso evento, in calendario dal 14 al 19 maggio 2018, sarà presentato giovedì 16 novembre 2017, alle ore 17.00, presso il Museo Archeologico Nazionale di Paestum. Dopo i saluti di Gabriel Zuchtriegel, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Paestum, Franco Palumbo, sindaco di Capaccio Paestum, Teresa Palmieri, vice sindaca, e dell’assessore alla Cultura Claudio Aprea, interverranno Stefania Reggio, direttore generale del concorso internazionale, Gaetano Avallone, presidente dell’associazione Oleum e Antonio Lauro, presidente del Best-IOOC. Concluderà i lavori Franco Alfieri, consigliere del presidente della Regione Campania per i temi attinenti l'agricoltura.
Nel corso dell’incontro verranno illustrate le iniziative di marketing territoriale, e promozione dell’olio extravergine d’oliva, che saranno realizzate in occasione del Best-IOOC. Un ricco programma, sviluppato nell’incantevole cornice di Capaccio Paestum, culla della cultura mediterranea, città ricca di storia e fascino, con l’obiettivo di informare i consumatori sugli aspetti nutrizionali e salutistici che contraddistinguono le produzioni olearie di qualità superiore, e aiutare le aziende a cogliere nuove opportunità di business nei mercati internazionali.

Capaccio Paestum, 13 novembre 2017

È gradito un gentile riscontro.

Ufficio Stampa Comune di Capaccio Paestum
Antonio Vuolo | mob. +39 3347366332
Nicola Palma | mob. +39 3282869775
mail: ufficiostampa@comune.capaccio.sa.it

Ufficio Stampa BEST IOOC 2018
Andrea Rotoli | mob. +39 3280297586 | mail: andrearotoli@gmail.com

martedì 24 ottobre 2017

Concorsi internazionali: aperte le iscrizioni allo JOOP di Tokyo.


APERTE LE ISCRIZIONI ALLA SESTA EDIZIONE DEL JOOP.
La Camera di Commercio italiana in Giappone (ICCJ) è lieta di presentare la sesta edizione del concorso JOOP (Japan Olive Oil Prize), che si svolgerà a Tokyo dall’8 all’11 aprile 2018.
Il concorso ha come obiettivo la promozione dei migliori olii extra vergine d’oliva al mondo e rappresenta per i produttori un’occasione unica per far conoscere il loro brand attraverso una piattaforma internazionale legata a valori di serietà, qualità e professionalità. 
Tra i premi per i vincitori la partecipazione a importanti fiere agro-alimentari, articoli su riviste specializzate ed eventi di promozione nei più prestigiosi canali di distribuzione del Giappone. 
Al seguente indirizzo web è possibile effettuare la registrazione:
jooprize.com
Qualisasi olio extra vergine d’oliva prodotto nel 2017 può partecipare alla competizione, purchè i campioni provengano da un lotto produzione di almeno 1000kg. 
Il termine ultimo entro quale far pervenire la domanda di partecipazione e i campioni per la selezione è stabilito per il 31 marzo 2018.
Un rinnovato sistema di punteggio, espresso con un numero decimale compreso tra 8,00 (minimo) e 10,00 (massimo), garantirà una più equa attribuzione dei premi tenendo conto della qualità complessiva degli oli partecipanti. 
L’assegnazione dei premi verrà determinata come segue:
da 8,00 a 8,99: Silver Prize da 9,00 a 9,49: Gold Prize da 9,50 a 10,00: Best in Class
Le categorie in cui gli oli competeranno sono le seguenti: Biologico, Blend, D.O.P., I.G.P. e Monocultivar. 
Sono inoltre previsiti certificati di merito per oli di particolare pregio (alto contenuto di polifenoli), varie menzioni d’onore, e il premio “Best of Country” conferito all’olio di ogni Paese partecipante avente il punteggio più alto.
Il Panel della Giuria, supervisionata dalla Dott. Pietro Paolo Arca, è composta da sei giudici certificati e di caratura internazionale: Pietro Paolo Arca (Italia), Selin Ertur (Turchia), Antonio Giuseppe Lauro (Italia), Konstantinos Liris (Grecia), Pablo Voitzuk (Stati Uniti), Michiyo Yamada (Giappone).
La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi è prevista a Tokyo il giorno 11 aprile 2018 alla presenza di pubblico, rappresentanti della stampa, delle istituzioni ed esperti del settore.
La lista dei vincitori verrà pubblicata sul sito web e sulla pagina Facebook ufficiale (@joop.japanoliveoilprize) entro il 12 aprile 2018 alle 14:00 (ora giapponese).

Fonte: ICCJ/JOOP

lunedì 23 ottobre 2017

PrimOlio compie 18 anni.

PrimOlio al traguardo dei 18 anni, dimostra la propria maturità con la serie di eventi organizzati tra Reggio Calabria e San Giorgio Morgeto per il fine settimana del 26/28 ottobre 2017.
Si comincia giovedì 26 ottobre, presso la Camera di Comemrcio di Reggio Calabria, con la tavola rotonda "IGP Olio di Calabria: una stella nella cucina internazionale".
All'incontro, saranno ospiti due opinion leader nazionali (Fausto Borella - Maestrod'Olio e Indra Galbo - Oli d'Italia Gambero Rosso) ed il pluristellato chef tedesco Harald Wohlfahrt. I lavori, coordinati da Antonio G. Lauro (Presidente Concorso Internazionale BEST-IOOC), vedranno gli interventi del presidente Camerale Tramontana, del prof. Zimbalatti (Direttore Agraria UNIRC), Magliocchi (Presidente Consorzio IGP Olio di Calabria) e Domenico Fazari (Presidente PrimOlio).
Sabato 28 ottobre, la consueta festa dell'olio nuovo a San Giorgio Morgeto, che sarà preceduta da eventi culinari e formativi tra i quali la scuola dell'olio, la scuola di cucina con Francesco Saliceti e Giovanna Martire (La degusteria Magnatum di Longobardi) e la cerimonia di assegnazione dei premi PrimOlio 2017.
Appuntamento in Calabria, con l'olio nuovo!

domenica 22 ottobre 2017

EVOLUZIONE, nuovi percorsi per l'EVOO di qualità.

EVOLUZIONE, nuovi percorsi per l'EVOO di qualità, prodotto da Oleonauta e la Pecora Nera Editore.
Nasce una nuova iniziativa nel mondo dell'extravergine, firmata da Simona Cognoli.
Tante le novità che a breve saranno svelate. 
L’appuntamento conclusivo è fissato per lunedì 11 dicembre, presso l’Hotel Savoy a Roma dove l’olio nuovo sarà protagonista.
Tutti gli operatori intervenuti avranno la possibilità di partecipare gratuitamente a brevi e continue sessioni di formazione sull’olio extravergine di oliva tenute da docenti di livello assoluto, la cui competenza è nota ben oltre i confini nazionali: Simona Cognoli di Oleonauta, partner del progetto, Fausto Borella, Presidente Accademia Maestrod’olio, Giulio Scatolini, esperto di analisi sensoriale, Antonio Giuseppe Lauro, Presidente D-IOOC Best International Olive Oil Contest, e Indra Galbo, vice curatore della guida Oli d’Italia del Gambero Rosso.
Ai seminari gratuiti sull'olio extravergine di oliva ci si potrà registrare scrivendo a: info@oleonauta.com e info@lapecoranera.net



lunedì 14 agosto 2017

Corso per la certificazione di sommelier dell'olio di oliva. 2-7 Ottobre a Campbell, California.

Corso per la certificazione di sommelier dell'olio di oliva. 2-7 Ottobre a Campbell, California.

Prenderà il via in ottobre, presso il Campus di Campbell (California) dell’International Culinary Center (ICC), il corso di Certificazione per Olive Oil Sommelier.
L'impegnativo programma di sei giorni (dal 2 al 4 e dal 5 al 7 ottobre 2017), articolato in due livelli e che verrà svolto dai migliori esperti di olio extravergine d'oliva al mondo e dagli educatori della Bay Area (qui il link con i docenti del corso), riguarderà la produzione, la gestione della qualità e la valutazione sensoriale avanzata degli oli da olive.
Grazie ad un programma completo di valutazione sensoriale dell'olio di oliva, di portata internazionale, si potranno assaggiare, sotto la guida esperta dei docenti internazionali, ben più di 100 oli di oliva provenienti da 27 paesi.
"Nel mondo ci sono molti oli extravergine d'oliva di qualità superiore oggi più che mai, ma poche persone sanno come riconoscerli. Il mondo ha sempre più bisogno di esperti dell'olio d'oliva e questo programma ti farà diventare uno di essi", dichiara Curtis Cord, direttore del programma messo in piedi dall’Olive Oil Times Education Lab in partnership con una delle prime scuole culinarie del mondo.
Cord, ha inoltre dichiarato che l'obiettivo della serie californiana di corsi è quello di "fornire l'insegnamento più completo e pratico attraverso interattive degustazioni guidate con rinomati esperti che daranno a quanti completeranno i corsi, un livello di conoscenza elevato e li renderà a loro volta educatori".
Così, dopo la Costa Est degli Stati Uniti, toccherà anche alla Costa Occidentale (West Coast) USA ospitare il celebre corso che ha già formato quasi un centinaio di Olive Oil Sommelier.
Infatti, a tutti coloro che completeranno con successo il corso verrà rilasciato, da parte dell’International Culinary Center e da Olive Oil Times Education Lab, il certificato ufficiale di Sommelier dell’Olio d'Oliva. Nuovi Sommelier che andranno ad infoltire la già numerosa comunità di analisti ed educatori sull'analisi sensoriale dell'olio extravergine di oliva.
INFO: La registrazione per il corso del 2 ottobre 2017 a Campbell, California, è disponibile sul sito dell’International Culinary Center.

Source: Olive Oil Times


lunedì 19 giugno 2017

Olivicoltura nel terzo millennio: se ne è discusso a Oppido Mamertina nel corso di un evento promosso dall’ARSAC di Palmi.

L’olivicoltura, parte importantissima – se non preponderante – del settore primario della piana di Gioia Tauro, non riesce ormai a sostenere economicamente gli imprenditori agricoli e quanti, in misura differente, in questo settore sono impiegati.
Ma non è solamente la crisi economica alla base di questo calo visibile dei ricavi medi nel settore oleario, visto che sempre più spesso è l’aspetto tecnico a diventare fattore limitante.
L’ARSAC di Palmi, fin dalla sua istituzione impegnata nel monitoraggio del fenomeno e nell’attività di assistenza tecnica al settore agricolo ha provato, nel corso del convegno/dibattito “Olivicoltura nel terzo millennio – concimazione, difesa, marketing”, a delinearne alcuni aspetti proponendo le più utili ed innovative modalità di azione.
Il seguitissimo incontro, che ha colmato oltre misura la sala consiliare del Comune di Oppido Mamertina, è stato aperto dagli indirizzi di saluto del sindaco – e consigliere della Città Metropolitana di Reggio C. – Dr Domenico Giannetta, che ha posto l’accento sulla necessità di innovare i processi produttivi, sempre più spesso ancorati ad arcaici e obsoleti modi di vedere la coltivazione della pianta d’olivo.
Moderato dal giornalista Alberto Mazzacuva, il convegno ha poi visto le dettagliate relazioni sui temi più “scottanti” riscontrati nell’area di interesse sottesa al comune di Oppido M.: la fertilizzazione, la difesa ed il marketing.
Le relazioni, complete ed esaustive, sono state presentate dai tecnici ARSAC del CeDA 19 di Palmi che – alla luce del nuovo Piano di Azione Nazionale (PAN) - hanno trattato i molteplici aspetti legati al corretto impiego dei fertilizzanti per la realizzazione di una produzione di qualità e quantità ed informando i presenti su quanto, ad oggi, la ricerca ha messo a disposizione per correttamente proteggersi da insetti e funghi veri responsabili delle mancate produzioni delle disastrose annate agrarie 2014/2015 e 2016/2017, unitamente alle problematiche legate agli innegabili cambiamenti climatici.
Nelle conclusioni, curate dal responsabile ARSAC di Palmi Dr Domenico Solano, è emersa la piena disponibilità dell’Azienda ARSAC ad organizzare incontri e visite mirate al fine di sostenere l’introduzione dei processi innovativi prodotti dagli Enti di Ricerca e Sviluppo, necessari per una olivicoltura al passo coi tempi. Per ultimo, è stato posto l’accento sul ruolo non marginale delle Organizzazioni di Produttori ai fini di uno sviluppo non più rinviabile del settore olivicolo; queste devono svolgere appieno il ruolo di promozione, valorizzazione e commercializzazione delle produzioni olearie a loro demandato dalla normativa comunitaria di settore.



giovedì 15 giugno 2017

Torna TerraOlivo ed il mediterraneo esprime i best international.

Antonio G. Lauro ritira il premio Best of Italy
A TerraOlivo 2017 la qualità internazionale degli oli da olive ha trovato la propria casa.
L'ottava edizione di TerraOlivo si conclude a Gerusalemme, nella splendida cornice dell'Olive Tree Hotel, con la consueta cerimonia di premiazione.
Gli ambitissimi premi speciali e la Top Ten del concorso hanno ancora una volta tenuto col fiato sospeso le aziende produttrici degli oltre 630 campioni in concorso.
Tante le novità di questa edizione, tra le quali la dedica al prof. Raul Castellani, prematuramente scomparso e "padre" di TerraOlivo, del premio più importante, il Best International.
L'ambitissimo premio internazionale è andato alla società Acushla SA (Portogallo) con l'extravergine Acushla Gold Edition DOP.
A seguire, nella speciale classifica, una ottima affermazione dell'Italia con il premio assoluto Best Organic attribuito all'azienda Domenica Fiore con l'olio extravergine di oliva "Olio Riserva Biologico" e Best of Italy saldamente nelle mani del Frantoio Franci ed il suo Villa Magra.
Mentre nella Top Ten del concorso, oltre ai citati Domenica Fiore e Franci, anche la società agricola di Massimo Mosconi con Risveglio.

Ma andiamo con ordine e nel dettaglio.
Premi speciali TerraOlivo 2017:
Best International Award Raul Castellani: Acushla SA (Portogallo)
Best Organic: Domenica Fiore Olio Riserva Biologico (Italia)
Best of Italy: Frantoio Franci Villa Magra
Israel Gran Champion Trophy: Meshek Achiya
Best of Argentina: Solfrut SA Oliovita Frantoio
Best of Crete: Bio Cretan Olive Oil Ltd
Best of Greece: Hellenic Agricultural Enterprises
Best of Portugal: Acushla SA
Best of Spain: Aceite San Antonio SLU
Best of Sweet Almond: Impeltre (Spagna)
Best of Turkey: Hilmi Yildirim
Best of USA: Lucero High Harvest Blend
Best Flavored: Lucero Lime Agrumato (USA)

Top Ten International TerraOlivo 2017:
Domenica Fiore Olio Riserva Biologico (Italia)
Frantoio Franci Villa Magra (Italia)
Massimo Mosconi Risveglio (Italia)
Acushla SA (Portogallo)
Aceite San Antonio SLU (Spagna)
Aceite Mirasol SL Hadrianus (Spagna)
Knolive Oil SL Epicure (Spagna)
La Gramanosa SL (Spagna)
Lucero High Harvest Blend (USA)
Agrolaguna (Croazia)

Il dettaglio degli altri 27 extravergine italiani vincitori di medaglie Gran Prestige Gold, Prestige Gold e Gold sarà pubblicato a breve.
Auguri e congratulazioni a tutti i vincitori ed in particolare alla pattuglia tricolore in Terra Santa.

Il Panel Internazionale di TerraOlivo 2017





mercoledì 14 giugno 2017

Formazione sull'olio d'oliva: al via nuovi corsi.

La formazione nel settore dell'olio di oliva è molto importante per realizzare, promuovere e valorizzare le produzioni di qualità. Fortunatamente sono tante, anche in Italia, le scuole a questo deputate.
Ecco, di seguito, alcuni corsi per l'idoneità fisiologica all'assaggio degli olio extravergine di oliva da olive che saranno attivati nei prossimi giorni.

Venti sedute di assaggio certificate presso Università Mediterranea di Reggio C.
Organizzazione Soc. Coop. APOR di Gioia Tauro (RC).
Dalle ore 15:00 alle 17:00 tutti i martedì e giovedì a partire dal 20 giugno 2017.
Info: 0966 1965130

Lunedì 19/06/2017 al via un nuovo CORSO DI 1° LIVELLO (Idoneità Fisiologica all'assaggio) che si terrà a Battipaglia (SA). Per info rivolgersi a Segreteria OLEUM (Associazione Nazionale Professionale Assaggiatori Olio extravergine di oliva d'Oliva) di CASTEL SAN LORENZO (Salerno)
TEL 339 2827275
WEB oleum.sa.it
MAIL associazione@oleum.sa.it

CORSO PER ASSAGGIATORI DI OLIO VERGINE DI OLIVA 26 - 30 GIUGNO 2017
Organizzato da O.L.E.A. (Organizzazione Laboratorio Esperti Assaggiatori).
Corso di idoneità fisiologica all'assaggio degli oli vergini ed extravergini di oliva con rilascio di Attestato di idoneità e partecipazione.
Sede del corso Università degli Studi di Scienze Gastronomiche
Info www.olea.info  e-mail: segreteria@olea.info

Pisa: Corso di assaggio dell’olio 29-30 giugno 3-4-5- luglio 2017
Camera di Commercio di Pisa -Ufficio Promozione - Piazza Vittorio Emanuele II n. 5 – 56125 PISA Responsabile del corso: Dr. Domenico D’Alessio - Capo Panel
Referente progetto: Dott.ssa Laura Granata, Capo Servizio Promozione e Sviluppo delle Imprese tel. 050-512.280220/280 e-mail: promozione@pi.camcom.it

Corso di assaggio presso la CCIAA di Salerno
L'Associazione Assaggiatori Associati organizza, dal 4 al 27 luglio presso la Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato di Salerno, il corso di primo livello di assaggio di oli di oliva vergini per aspiranti assaggiatori di oli alimentari.
Info: assaggiatoriassociati@gmail.com tel. 389 5932675 o 347 9924525.

CORSO DI 1° LIVELLO (Idoneità Fisiologica all'assaggio) organizzato da ASSOPROLI Umbria e che si terrà nei giorni 10/17 Luglio 2017 ad Amelia (Fraz. Fornole).
Info: 0755970723 www.umbriaolio.it

Corso di Idoneità Fisiologica all'assaggio: seminario permanente Luigi Veronelli e AIRO (Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio) organizzano un nuovo percorso formativo dedicato alla conoscenza della filiera olivicola e alla degustazione dell’olio di oliva.
Il corso, prenderà il via lunedì 25 settembre, a Milano, presso Allegroitalia San Pietro all’Orto 6 – Via San Pietro all’Orto 6, Milano
Per ulteriori informazioni: info@associazioneairo.com

Corso Tecnico (Primo Livello) ONAOO. Il corso si svolgerà dal 2 al 6 ottobre 2017 nella sede della Camera di Commercio di Imperia (Via Schiva 29, 18100 Imperia). Il corso sarà tenuto in lingua italiana.

mercoledì 7 giugno 2017

Campbell (California): ad ottobre il primo corso di Olive Oil Sommelier della West Coast Statunitense.

Curtis Cord - Publisher Olive Oil Times (photo OOT)
Update: Il prossimo mese di ottobre, presso il Campus di Campbell (California), l’International Culinary Center (ICC) e l’Olive Oil Times Education Lab, daranno il via al primo corso di Certificazione per Olive Oil Sommelier della Costa Occidentale (West Coast) degli Stati Uniti.
Il programma di sei giorni (dal 2 al 4 e dal 5 al 7 ottobre 2017), articolato in due livelli, sarà tenuto da esperti e educatori dell’olio extravergine - provenienti da tutto il mondo (qui il link con i docenti del corso) – che terranno una serie completa di lezioni che riguarderanno la produzione, la gestione della qualità ed un livello avanzato di valutazione sensoriale.
Tutti coloro che completeranno con successo il corso riceveranno, da parte dell’International Culinary Center e da Olive Oil Times Education Lab, la certificazione di Sommelier dell’Olio d'Oliva e si uniranno ad una comunità in crescita fatta da analisti ed educatori sull'analisi sensoriale dell'olio extravergine di oliva.
Il direttore del programma, Curtis Cord, ha dichiarato che l'obiettivo della serie californiana di corsi è quello di fornire l'insegnamento più completo e pratico attraverso interattive degustazioni guidate con rinomati esperti che daranno a quanti completeranno i corsi, un livello di conoscenza elevato e li renderà a loro volta educatori.
"Invece di guardare gli oli di una regione particolare, analizzeremo gli oli di ogni regione produttrice, assaggiando molti più extravergine di qualsiasi altro corso al mondo, per offrire una prospettiva completa e internazionale utile a costruire una vasta biblioteca sensoriale per guidare le decisioni”, ha riferito Cord.
Ad oggi, l’innovativo programma che partirà il prossimo ottobre, ha già offerto quattro distinti corsi a New York, dove studenti sono giunti da ogni angolo del mondo - 19 paesi in tutto – per diventare esperti nella valutazione sensoriale dell’olio extravergine d'oliva.

PER SAPERNE DI PIÙ: La registrazione per il corso del 2 ottobre 2017 a Campbell, California, è disponibile sul sito dell’International Culinary Center.
Fonte: Olive Oil Times
Nicholas Coleman (Ph. OOT)

Carola Dummer Medina (Ph. OOT)

Antonio G. Lauro e Paul Bartolotta (Ph. OOT)

giovedì 18 maggio 2017

A Palermo, il Domina-IOOC decreta i Best International 2017.


A Palermo, il Domina-IOOC decreta i Best International 2017
di Antonio G. Lauro

Articolo apparso originariamente su Teatro Naturale

Nonostante gli oli italiani fossero solo il 44% degli oli in concorso, si portano a casa ben tre Best International, dominando così la classifica generale
Il 7 Maggio 2017, al Domina Zagarella di Palermo, la cerimonia conclusiva si apre con un commosso ricordo del professore Raul C. Castellani, già Direttore Tecnico di molte competizioni internazionali dell’olio e del vino – tra cui appunto il D-IOOC.
Alla presenza della giuria del concorso (proveniente da Spagna, Palestina, Italia, Grecia, Croazia, Giappone, Israele, Cina e Turchia), produttori, autorità, giornalisti e tanti appassionati sono stati svelati al mondo, anche in diretta Facebook, i Best International del Contest.
Al saluto, al quale si è unito il Management del concorso, composto anche quest'anno da Stefania Reggio, David Oddsson e Antonio G. Lauro è seguito il lento sciorinare dei numeri del contest 2017.
Stabile il numero degli oli iscritti (347 con un piccolo 10% di aumento rispetto al 2016), pur ricordando la drastica riduzione degli EVOO italiani, pari solo al 44% degli oli in concorso (154 campioni), a testimoniare la pessima annata olearia italiana e di mezzo bacino del mediterraneo.
Tra le categorie di premi in concorso, quella dedicata all’Olio Extravergine di Oliva Biologico (22% degli EVOO iscritti), agli Extravergine Monovarietali (60% dei campioni) o in Blend (40%), a denominazione d’origine DOP/IGP (22%), provenienti dall’Emisfero nord (90%) e dall’Emisfero Sud (10%).

Al D-IOOC non nascondono di aspirare a diventare “il più importante contest dell’area mediterranea”, proprio perché – si legge in una nota stampa - “al D-IOOC non esistono né stereotipi né preconcetti nei confronti delle produzioni olearie mondiali. EVOO verdi, o maturi, del nord o del sud del mondo, di questo e altro paese, di una piccola o diffusissima varietà, vengono trattati con il rispetto che meritano senza vincoli o pregiudizi”. “Crediamo nella qualità, crediamo nella difesa della biodiversità dalla forzata manovra di avvicinamento ad una olivicoltura globale fatta dalle sole e solite 5 varietà. Con il Domina-IOOC, grazie ai riconoscimenti e tributi di merito a questi presidi sul territorio – conclude la nota - opponiamo resistenza all’estinzione delle centinaia di varietà minori prodotte da piccoli, medi o grandi produttori, tutti da difendere in egual maniera e che potrebbero sparire, portando ad un impoverimento per tutti noi”.
Ma ecco i dati relativi ai vincitori dell’edizione 2017 del D-IOOC.
Ancora l’Italia ad affermarsi con 3 EVOO nella TOP 10, a seguire la Spagna con 2, Argentina, Brasile e Uruguay con 1 EVOO in Top 10.
Emisfero Nord: Vince l’Italia per la seconda volta consecutiva con l’Azienda Agricola Donato Conserva di Modugno (BA) – Italia con l’olio extravergine di oliva MIMI’ Coratina.
Alla società barese assegnato il premio D-IOOC Best International 2017 della seconda edizione del contest.
Emisfero Sud: D-IOOC Best International 2017 della seconda edizione del contest alla Solfrut SA di San Juan – Argentina, con l’extravergine Oliovita Edición Limitada – Picual.
Medaglie GOLD e SILVER
Un totale di 195 medaglie assegnate alle aziende partecipanti alla seconda edizione del D-IOOC (95 Gold Medal e 100 Silver Medal), pari al 56% del totale delle aziende partecipanti, in leggera flessione rispetto al 2016.
L’Italia padrone assoluta della classifica che si aggiudica, a fronte dei 154 oli partecipanti (44,4% del totale), ben 95 riconoscimenti (55 Gold Medal e 40 Silver Medal, pari al 62% degli EVOO italiani in concorso).
Ottimo comportamento della pattuglia spagnola dell’olio da olive che nel complesso porta via 27 medaglie (17 Gold Medal e 10 Silver Medal, pari al 64% degli EVOO spagnoli in concorso) su un totale di 42 EVOO iscritti al D-IOOC.
A seguire la Grecia (5 Gold Medal e 13 Silver Medal), l’esordiente Turchia (3 Gold Medal e 7 Silver Medal) e l’Argentina (2 Gold Medal e 7 Silver Medal).
Oltre alle grandi soprese tra i premiati (Brasile su tutti) della TOP 10, anche le medaglie Gold e Silver riservano piacevolissime sorprese.
Tra le tante riconferme, spiccano le Gold Medal della Turchia e la Silver assegnata alla Palestina, nonché le 5 medaglie nel suo complesso conquistate da un paese produttore (Brasile) che si affaccia solamente adesso al mondo dell’EVOO di qualità.

Ma ecco nel dettaglio i Best in Show del contest D-IOOC:

D-IOOC Best International Award 2017
Northern Hemisphere
Azienda Agricola Donato Conserva
Modugno (BA) - Italia
MIMI’ Coratina

D-IOOC Best International Award 2017
Southern Hemisphere
Solfrut SA
San Juan - Argentina
Oliovita Edición Limitada – Picual


D-IOOC Best International Monovarietal 2017

Northern Hemisphere
ALMAZARAS DE LA SUBBETICA
CARCABUEY (Spagna)
RINCON DE LA SUBBETICA (DOP PRIEGO DE CORDOBA)

D-IOOC Best International Monovarietal 2017

Southern Hemisphere
VERDE LOURO AZEITES LTDA
CANGUÇU - RIO GRANDE DO SUL (Brasile)
VERDE LOURO ARBOSANA

D-IOOC Best International Blend 2017

Northern Hemisphere
MUELA-OLIVES SL
PRIEGO DE CORDOBA (Spagna)
VENTA DEL BARON ACEITE DE OLIVA VIRGEN EXTRA

D-IOOC Best International Blend 2017

Southern Hemisphere
AGROLAND SA - COLINAS DE GARZÓN
Montevideo (Uruguay)
COLINAS DE GARZÓN OLIO NOVO 2016

D-IOOC Best International Organic 2017
Northern Hemisphere
Domenica Fiore (Agricola Fiore di Giustra Frank)
Orvieto
Domenica Fiore Olio Reserva

D-IOOC Best International DOP/IGP 2017
Northern Hemisphere
Franci S.N.C.
Montenero d'Orcia
Frantoio Franci BIO IGP Toscano

D-IOOC Best of Regione Sicilia 2017
FRANTOI CUTRERA S.R.L.
Chiaramonte Gulfi (RG) – Italia
PRIMO DOP

Special Award
D-IOOC Raul C. Castellani 2017 Best of South America
Trilogía
San Juan - Argentina
Trilogía Aceite de Oliva Virgen Extra

D-IOOC Best of Turkey 2017
Zeytindostu İktisadi İşletmesi
Alsancak/Konak (İZMİR) - Turchia
ÖVEÇLI

D-IOOC Best of Crete 2017
Terra Creta SA
Kolymvari Chania (Creta) - Grecia
Terra Creta Organic Extra Virgin Olive Oil

Risultati completi su: www.d-iooc.com

di Antonio G. Lauro

pubblicato il 17 maggio 2017 in Teatro Naturale > Tracce > Italia

domenica 7 maggio 2017

Breaking News: Il Domina-IOOC decreta i best international 2017.

Si apre con un ricordo del professore Raul C. Castellani, la seconda edizione del D-IOOC.
Saluto al quale si unisce il Management del concorso, composto anche quest'anno da Stefania Reggio, David Oddsson e Antonio G. Lauro ed il panel di assaggio composto da 20 giudici internazionali, più Capo Panel, provenienti da Spagna, Palestina, Italia, Grecia, Croazia, Giappone, Israele, Cina e Turchia:
M. Angeles Calvo Fandos (Spain), Taghreed Mohamed A. Shehadeh (Palestine), Eleftheria Germanaki (Greece), Selin Erthur (Turkey), Sara Godena (Croatia), Nori Ogido (Japan), Miciyo Yamada (Japan), Cristina Stribacu (Greece), Ehud Soriano (Israel), Maria Paola Gabusi (Lombardia), Barbara Alfei (Marche), Maria Paola Consolini (Sicilia), Carmelo Orlando (Calabria), Indra Galbo (Lazio), Roberto Marchesini (Toscana), Giuseppe Cicero (Sicilia), Rosario Franco (Calabria), Na Xie (China), Eran Galili (Israel) e Hiromi Utagawa (Japan).
Qualche numero:
Olio extravergine di oliva in purezza in gara: 99 varietà differenti

Campioni in concorso.
Provenienza internazionale dei campioni:
Argentina
18
Australia
2
Brasile
9
Cina
3
Croazia
3
Giappone
1
Grecia
26
Israele
16
Italia
154
Malta
1
Palestina
2
Perù
1
Portogallo
8
Slovenia
3
Sudafrica
4
Spagna
42
Turchia
40
Uruguay
2
USA
12
Totale Campioni
347

In gara dall’Italia
Dei 154 oli extravergine di oliva in concorso provenienti dall’Italia ecco, scomposto per regione di appartenenza, l’elenco dei partecipanti:

1
Abruzzo
2
1,3%
2
Basilicata
2
1,3%
3
Calabria
17
11,0%
4
Campania
17
11,0%
6
Lazio
17
11,0%
7
Lombardia
4
2,6%
8
Marche
6
3,9%
10
Puglia
29
18,8%
11
Sardegna
2
1,3%
12
Sicilia
30
19,5%
13
Toscana
16
10,4%
15
Umbria
7
4,5%
16
Veneto
5
3,2%
Totale
154
100,0%

Ecco i dati provvisori di una campagna olearia italiana ai minimi storici: 160.000 tonnellate di olio d’oliva prodotto nella campagna 2016/2017. 
Queste le prime 10 regioni più produttive (in %)

Regione
%
PUGLIA
58,1
TOSCANA
8,2
SICILIA
7,4
LAZIO
6,2
CALABRIA
6,0
UMBRIA
2,4
CAMPANIA
2,3
ABRUZZO
1,8
SARDEGNA
1,8
VENETO
1,1

Questi, probabilmente, i motivi per cui le aziende italiane iscritte al concorso sono in deciso calo rispetto allo stesso periodo della prima edizione - 2016 - del contest internazionale.

Aziende partecipanti (in %) alle diverse Categorie di premio del concorso. 
Le categorie di premi in concorso erano 5: Olio Extravergine di Oliva, Olio Extravergine di Oliva Biologico, Olio Extravergine di Oliva Monovarietale, Olio Extravergine di Oliva Blend, Olio Extravergine di Oliva a denominazione d’origine (DOP/IGP).

Categoria Premio   % Campioni in concorso                         
         DOP/IGP                   18    %                                                  
         Biologico                  22    %                                                  
         Monovarietale           60    %                                                  
         Blend                        40    %                                                  
         Emisfero Nord          90    %                                                  
         Emisfero Sud            10    %     

Premi Internazionali TOP 10 e Special AwardTop Ten D-IOOC 2017
D-IOOC Best International Award 2017
Northern Hemisphere
Azienda Agricola Donato Conserva
Modugno (BA) - Italia
MIMI’ Coratina

D-IOOC Best International Award 2017
Southern Hemisphere
Solfrut SA
San Juan - Argentina
Oliovita Edición Limitada – Picual

D-IOOC Best International Monovarietal 2017
Northern Hemisphere
ALMAZARAS DE LA SUBBETICA
CARCABUEY (Spagna)
RINCON DE LA SUBBETICA (DOP PRIEGO DE CORDOBA)  

D-IOOC Best International Monovarietal 2017
Southern Hemisphere
VERDE LOURO AZEITES LTDA
CANGUÇU - RIO GRANDE DO SUL (Brasile)
VERDE LOURO ARBOSANA  

D-IOOC Best International Blend 2017
Northern Hemisphere
MUELA-OLIVES SL
PRIEGO DE CORDOBA (Spagna)
VENTA DEL BARON ACEITE DE OLIVA VIRGEN EXTRA

D-IOOC Best International Blend 2017
Southern Hemisphere
AGROLAND SA - COLINAS DE GARZÓN
Montevideo (Uruguay)
COLINAS DE GARZÓN OLIO NOVO 2016 

D-IOOC Best International Organic 2017
Northern Hemisphere
Domenica Fiore (Agricola Fiore di Giustra Frank)
Orvieto
Domenica Fiore Olio Reserva

D-IOOC Best International DOP/IGP 2017
Northern Hemisphere
Franci S.N.C.
Montenero d'Orcia
Frantoio Franci BIO IGP Toscano

D-IOOC Best of Regione Sicilia 2017
FRANTOI CUTRERA S.R.L.
Chiaramonte Gulfi (RG) – Italia
PRIMO DOP

Special Award
D-IOOC Raul C. Castellani 2017
Best of South America
Trilogía
San Juan - Argentina
Trilogía Aceite de Oliva Virgen Extra

D-IOOC Best of Turkey 2017
Zeytindostu İktisadi İşletmesi
Alsancak/Konak (İZMİR) - Turchia
ÖVEÇLI 

D-IOOC Best of Crete 2017
Terra Creta SA
Kolymvari Chania (Creta) - Grecia
Terra Creta Organic Extra Virgin Olive Oil

Ricapitolando
Ancora l’Italia ad affermarsi con 3 EVOO in TOP 10, a seguire la Spagna con 2, Argentina, Brasile e Uruguay con 1 EVOO in Top 10
Emisfero Nord: Vince l’Italia per la seconda volta consecutiva con l’Azienda Agricola Donato Conserva di Modugno (BA) – Italia con l’olio extravergine di oliva MIMI’ Coratina.
Alla società barese assegnato il premio D-IOOC Best International 2017 della seconda edizione del contest.
Emisfero Sud: D-IOOC Best International 2017 della seconda edizione del contest alla Solfrut SA di San Juan – Argentina, con l’extravergine Oliovita Edición Limitada – Picual.

Premi internazionali di prima categoria (Medaglie GOLD e SILVER)
Un totale di 195 medaglie assegnate alle aziende partecipanti alla seconda edizione del D-IOOC.
Tra le 195 medaglie assegnate dal D-IOOC (95 Gold Medal e 100 Silver Medal), pari al 56% del totale delle aziende partecipanti, in leggera flessione rispetto al 2016.

I premi internazionali di prima categoria.
Ancora l’Italia padrone assoluta della classifica che si aggiudica, a fronte dei 154 oli partecipanti (44,4% del totale), ben 95 riconoscimenti (55 Gold Medal e 40 Silver Medal, pari al 62% degli EVOO italiani in concorso).
Ottimo comportamento della pattuglia spagnola dell’olio da olive che nel complesso porta via 27 medaglie (17 Gold Medal e 10 Silver Medal, pari al 64% degli EVOO spagnoli in concorso) su un totale di 42 EVOO iscritti al D-IOOC.
A seguire la Grecia (5 Gold Medal e 13 Silver Medal), l’esordiente Turchia (3 Gold Medal e 7 Silver Medal) e l’Argentina (2 Gold Medal e 7 Silver Medal).
Ecco l’elenco completo dei paesi premiati:                                                                                                                             
N.
Nazione
Campioni
Gold
Silver
Premi Totali
1
Argentina
18
2
7
9
2
Australia
2
0
1
1
3
Brasile
9
1
4
5
4
Cina
3
0
0
0
5
Croazia
3
2
0
2
6
Giappone
1
1
0
1
7
Grecia
26
5
13
18
8
Israele
16
1
6
7
9
Italia
154
55
40
95
10
Malta
1
0
0
0
11
Palestina
2
0
1
1
12
Perù
1
0
1
1
13
Portogallo
8
2
2
4
14
Slovenia
3
1
1
2
15
Spagna
42
17
10
27
16
Sud Africa
4
0
2
2
17
Turchia
40
3
7
10
18
Uruguay
2
1
1
2
19
Usa
12
4
4
8
347
95
100
195

Come visto per la TOP 10, con grandi soprese tra i premiati (Brasile su tutti), anche le medaglie Gold e Silver riservano piacevolissime sorprese.
Tra le tante riconferme, sorprende la Gold Medal della Turchia e la Silver assegnata alla Palestina.
Sorprendono le 5 medaglie nel suo complesso di un paese produttore che si affaccia adesso al mondo dell’EVOO di qualità (Brasile), insieme alle due medaglie del Sudafrica.
Ecco i vincitori delle Gold e Silver Medal del D-IOOC: